Nello stile classico l’abbigliamento e più complesso e raffinato, composto da: 

  • Il reggiseno
    Solitamente viene abbinato alla cintura, ha coppe rigide ed è molto lavorato.
  • La cintura
    Solitamente viene abbinata al reggiseno, ed è coperta di strass, perline, ricami a seconda dei gusti, anch’essa molto lavorata. 
  • La gonna
    Può essere ampia o aderente. Nel primo caso, vengono utilizzati tessuti molto leggeri come lo chiffon, può essere a più strati sovrapposti per creare un effetto voluminoso e con vari spacchi, sempre arricchita da perline e strass; nel secondo caso vengono utilizzati tessuti elastici o il velluto con spacchi e rifiniture a seconda del modello.
  • Il velo
    E’ un accessorio fondamentale per creare un effetto scenico unico, il tessuto in genere è lo stesso della gonna in abbinamento, si usa spesso lo chiffon che è molto leggero e facile da far volteggiare.

 

NB sulle scarpe: non sempre vengono utilizzate dalle danzatrici, ma nello stile classico si utilizzano quelle alla schiava che sono molto comode, e per chi preferisce ballare scalza senza rinunciare a questo accessorio ora sono in vendita le finte scarpette, ricoperte di paillettes, sono interamente elasticizzate e non danno alcun fastidio.

Testo tratto da danzadelventre.it

L’abbigliamento di una danzatrice dipende dallo stile che deve eseguire e principalmente gli stili sono due:

  • popolare 
  • classico.

L’abbigliamento dello stile popolare può essere utilizzato per il baladi, mentre quello dello stile classico può essere utilizzato per la raqs sharqi, la danza con il velo, con la spada, con il candelabro e con i sagat, aggiungendo naturalmente questi accessori.